Scopus will index RiMe

2020-07-07

Before announcing the recent publication of the latest issue of RiMe, number 6 n.s. (June 2020) to which we will dedicate another specific post, we are pleased to inform everyone that our Journal has been accepted by Scopus to be indexed.
The evaluation is positive and contains many useful elements, both praiseworthy and critical, to further improve the level of our Journal. They will be held in the utmost consideration, as they come to reward the last two years of hard work that have involved the whole editorial staff and also some occasional collaborators, who have now undertaken several professional careers outside the Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea of the CNR. A work focused on the transition from the CMS "Joomla!" to OJS and on the deep transformation of RiMe's website, now almost entirely in English, to increase its international visibility.
At this point it is my duty to thank all the colleagues of the Editorial Staff, the members of the Scientific Committee of RiMe, all the authors who have trusted us with their work and the reviewers who have helped us to raise the quality of the published texts and who, in some cases, have avoided us to publish non-scientific works, if not even partially plagiarised by others. Finally, last but not least, we must thank our readers, which has been constantly increasing in the last two years.
This is the road to be taken, bearing in mind the motto of the ancient Romans: "Per aspera ad astra".
Thanks again.
Luciano Gallinari, RiMe’s Editor-in-Chief

Prima di annunciare la recente pubblicazione dell’ultimo volume di RiMe, il numero 6 n.s. (giugno 2020) al quale dedicheremo un altro post specifico, abbiamo il piacere di informare tutti che la nostra Rivista è stata accettata da Scopus per essere indicizzata.
Il giudizio fornito dai valutatori è positivo e contiene tanti elementi utili, sia quelli elogiativi sia quelli critici, per poter far migliorare ulteriormente il livello della nostra Rivista. Essi saranno tenuti nella massima considerazione, poiché vengono a premiare gli ultimi due anni di duro lavoro che hanno visto impegnata tutta la Redazione e anche alcuni collaboratori occasionali, che ormai hanno intrapreso diverse carriere professionali fuori dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea del CNR. Un lavoro incentrato sul passaggio dal CMS “Joomla!” a quello OJS e sulla profonda trasformazione del sito web di RiMe, ormai quasi interamente in lingua inglese, per aumentarne la visibilità internazionale.
A questo punto è doveroso che io ringrazi tutti i colleghi della Redazione, i componenti del Comitato Scientifico di RiMe, tutti gli autori che hanno avuto fiducia affidandoci i loro lavori e i valutatori che ci hanno aiutato moltissimo a innalzare la qualità dei testi pubblicati e che, in alcuni casi, ci hanno evitato di pubblicare lavori non scientifici se non addirittura in parte plagiati da altri, Infine, last but not least, dobbiamo ringraziare i nostri lettori, in costante aumento negli ultimi due anni.
Questa è la strada da percorrere, tenendo ben presente il motto degli antichi Romani: “Per aspera ad astra”.
Grazie ancora.
Luciano Gallinari, direttore responsabile di RiMe